Vitello alla griglia

Vitello alla griglia con verdure di stagione e salsa alle erbe

Vitello alla griglia con verdure di stagione e salsa alle erbe Vitello alla griglia con verdure di stagione e salsa alle erbe In questo mese di luglio, quando il sole brilla alto e le giornate si allungano, il desiderio di gustare piatti freschi e leggeri diventa irresistibile. È in questo spirito che vi presentiamo questa pietanza che celebra l’eleganza della carne di vitello , arricchita dalle vivaci note delle verdure grigliate più fresche e da una salsa leggera e aromatica alle erbe. La scelta del vitello non è casuale; la sua delicatezza e tenerezza si sposano perfettamente con i sapori estivi, creando un’esperienza culinaria che è al contempo sofisticata e accessibile. Marinate con rosmarino e timo, le bistecche di vitello si trasformano in un tripudio di profumi e sapori che evocano ricordi di pranzi all’aperto e serate tranquille sotto le stelle. Le verdure di stagione , grigliate alla perfezione, non solo aggiungono un tocco di colore al piatto, ma offrono anche una varietà di sapori e consistenze che completano magnificamente la carne. La nostra salsa alle erbe, preparata con prezzemolo, basilico e menta freschi, insieme a un tocco di aglio e limone, aggiunge una nota vivace e fragrante che lega insieme tutti gli elementi del piatto. Ogni boccone diventa un’esperienza, una danza di sapori che celebra l’estate e la generosità della natura. Questo piatto non è solo una delizia per il palato, ma anche un’opzione leggera e salutare, perfetta per i pranzi e le cene estive. È un invito a rallentare, a godere del momento e a condividere un pasto con le persone care, immergendosi nella semplicità e nella bellezza degli ingredienti freschi e genuini. Per questo mese di luglio, abbiamo pensato a un piatto che esalta la delicatezza e il sapore della carne di vitello, arricchita dalle verdure grigliate più fresche e da una salsa …

Università italiane a rischio - taglio dei fondi

Università italiane a rischio: mezzo miliardo di tagli ai fondi

Università italiane a rischio: mezzo miliardo di tagli ai fondi Università italiane a rischio: mezzo miliardo di tagli ai fondi I giovani e il futuro dell’istruzione Lotta per la cultura: tagli ai fondi universitari e impatto sui giovani Negli ultimi anni, il nostro giornale ha ampliato il proprio orizzonte, abbracciando non solo il mondo enogastronomico ma anche quello artistico e culturale. Questo perché abbiamo visto crescere una nuova generazione di lettori, giovani appassionati non solo di vino e buon cibo, ma anche delle arti che arricchiscono il nostro patrimonio culturale . Questa nuova sensibilità verso la bellezza in tutte le sue forme ci ha spinto a dedicare maggiore spazio a teatro, letteratura, musica, pittura e a tutto ciò che è arte. Tuttavia, mentre celebriamo queste passioni, non possiamo ignorare le difficoltà che le nostre università stanno affrontando a causa dei tagli ai fondi. Crisi delle università: analisi delle conseguenze sui giovani studenti Credo fermamente nel potenziale dei nostri lettori e nella passione dei giovani, che con il loro entusiasmo stanno contribuendo a creare un’Italia più creativa e dinamica. È per loro che scrivo, per alimentare quel fuoco di curiosità e conoscenza che li caratterizza. Tuttavia, mentre cerchiamo di offrire fiducia e stimoli culturali, ci troviamo di fronte a una realtà preoccupante: i continui tagli ai fondi destinati all’istruzione stanno soffocando le nostre università. La riduzione di oltre mezzo miliardo di euro ai finanziamenti per gli atenei è un duro colpo per il futuro accademico del nostro paese. Il futuro dei giovani ricercatori italiani: l’effetto devastante sui fondi universitari Questo non è un problema nuovo, ma una piaga che affligge l’Italia da anni, costringendo le nostre menti più brillanti a cercare opportunità all’estero. Le istituzioni accademiche, invece di prosperare, rischiano di ridursi sempre più o addirittura di chiudere, lasciando spazio solo alle università …

Festival Nazionale dello Sport a Veroli

Festival Nazionale dello Sport Raccontato 2024: un evento imperdibile

Festival Nazionale dello Sport Raccontato 2024: un evento imperdibile Festival Nazionale dello Sport Raccontato 2024: un evento imperdibile La sesta edizione del Festival Nazionale dello Sport Raccontato è tornata a Veroli, un appuntamento atteso e amato da tutti gli appassionati di sport. L’evento, che si svolge dal 15 al 20 luglio 2024, è un’occasione unica per immergersi nelle storie e nei miti dello sport, attraverso una serie di eventi gratuiti e aperti al pubblico. L’impegno del comune di Veroli Il comune di Veroli ha dimostrato un forte impegno nella promozione della cultura e dell’arte attraverso eventi come il Festival dello Sport Raccontato. Questo festival non è solo un’occasione per celebrare lo sport, ma rappresenta anche un importante veicolo di cultura, educazione e intrattenimento per la comunità. Organizzato dalla squadra di Tutti i colori del libro, il festival propone un ricco programma di incontri con scrittori, giornalisti e protagonisti del mondo sportivo. La manifestazione sottolinea l’importanza di valori come l’eccezione e il mito nello sport, offrendo una prospettiva affascinante e approfondita sul mondo sportivo. La nascita del festival Il Festival Nazionale dello Sport Raccontato è nato con l’obiettivo di creare uno spazio dove la passione per lo sport potesse essere condivisa e celebrata attraverso racconti e narrazioni. La squadra di Tutti i colori del libro ha voluto dare voce a storie che altrimenti rimarrebbero inascoltate, creando un evento che mette in luce non solo i protagonisti dello sport, ma anche chi lo racconta. Questa sera il festival propone tre appuntamenti imperdibili: Ore 19:00 – Presentazione del libro “l’Atlante dei Numeri 10″ di Umberto Zimarri, autore del libro, accompagnato dai ragazzi de La Ragione di Stato, un fenomeno social noto per il suo tono divertente e dissacrante. Ore 21:00 – Il fenomeno tennis in Italia Stefano Meloccaro, giornalista di Sky, ci parlerà del fenomeno del tennis in Italia, …

Atina Jazz

Il cuore del Jazz batte ad Atina: scopri la 38ª edizione del Festival

Il cuore del Jazz batte ad Atina: scopri la 38ª edizione del Festival Il cuore del Jazz batte ad Atina: scopri la 38ª edizione del Festival L’estate musicale prende vita ad Atina con l’inizio della 38ª edizione dell’Atina Jazz Festival, un evento che si preannuncia ricco di emozioni e musica di altissimo livello. A partire da domani, 18 luglio, fino al 22 luglio, il festival trasformerà il cuore della cittadina in un palcoscenico internazionale, celebrando il jazz con un programma di concerti imperdibili e appuntamenti culturali. Un main stage di eccellenza Il main stage di Piazza Marconi, vero fulcro della manifestazione, ospiterà quest’anno artisti di fama mondiale, confermando ancora una volta la cura e l’attenzione nella selezione dei protagonisti da parte dell’organizzazione. Tra i nomi di spicco troviamo: Paolo Fresu Trio con il suo emozionante omaggio a Chet Baker. Fresu, con il suo trombettismo lirico e affascinante, riesce a evocare le atmosfere malinconiche e intime del grande Baker, offrendo un viaggio sonoro di rara intensità. Avishai Cohen Quartet, che porterà il suo inconfondibile stile e talento. Cohen, noto per il suo approccio innovativo al contrabbasso e alle composizioni, promette una serata di pura magia musicale, con improvvisazioni che toccano il cuore. Flo & Enrico Zanisi Quartet con il progetto “Anda: Canzoni di Fuga e Meraviglia”. Questo quartetto, guidato dalla voce straordinaria di Flo e dal pianismo creativo di Zanisi, esplora nuove frontiere sonore, combinando jazz, folk e suggestioni contemporanee. Vincent Peirani Trio con “Jokers”, un’esplorazione musicale affascinante. Peirani, fisarmonicista virtuoso, si distingue per la sua capacità di fondere il jazz con elementi classici e popolari, creando un linguaggio musicale unico e coinvolgente. Mike Stern & Randy Brecker Band feat. Leni Stern, Chris Minh Doky e Dennis Chambers, un ensemble che promette scintille sul palco. Questa superband, composta da leggende viventi …

Ristor Impianti: il tuo partner di fiducia per la gelateria

Ristor Impianti: il tuo partner di fiducia per la gelateria

Ristor Impianti: il tuo partner di fiducia per la gelateria Ristor Impianti: il tuo partner di fiducia per la gelateria Con l’arrivo dell’estate, il gelato diventa il protagonista indiscusso delle giornate calde. Che si tratti di una passeggiata pomeridiana o di una serata in compagnia, niente batte la freschezza di un buon gelato artigianale. E quando si parla di qualità e innovazione nel mondo delle gelaterie, Ristor Impianti è il nome su cui fare affidamento. La qualità di Carpigiani a portata di mano Ristor Impianti , concessionario ufficiale di Carpigiani, leader mondiale nella produzione di macchinari per gelateria, offre una vasta gamma di prodotti tutti in pronta consegna. Dalle vetrine gelato ai macchinari professionali, ogni articolo è progettato per soddisfare le esigenze dei gelatieri più esigenti. Vetrine gelato: mostra il meglio dei tuoi prodotti Le vetrine gelato sono un elemento fondamentale per ogni gelateria che si rispetti. Non solo conservano il gelato alla temperatura ideale, ma ne esaltano anche l’aspetto, invogliando i clienti all’assaggio. Le vetrine proposte da Ristor Impianti combinano tecnologia avanzata e design elegante, garantendo prestazioni ottimali e una presentazione accattivante. Macchinari professionali: l’eccellenza della gelateria artigianale I macchinari per gelato di Carpigiani, disponibili presso Ristor Impianti, sono sinonimo di affidabilità e innovazione. Dalle macchine per la produzione di gelato e sorbetti a quelle per il gelato soft e frozen yogurt, ogni dispositivo è concepito per facilitare il lavoro dei gelatieri, migliorando al contempo la qualità del prodotto finale. Macchine per gelato e sorbetti Le macchine per gelato Carpigiani garantiscono una consistenza cremosa e omogenea, essenziale per un gelato artigianale di alta qualità. Grazie alle tecnologie all’avanguardia, queste macchine permettono una produzione rapida e continua, senza compromettere la qualità. Macchine per gelato soft e frozen yogurt Per chi desidera ampliare l’offerta con gelato soft e frozen yogurt, Ristor Impianti offre soluzioni versatili …

Pianeta Birra: Il mondo della birra - la Lager

Pianeta Birra: il mondo della birra – la Lager

Pianeta Birra Pianeta Birra Il mondo della birra – la Lager Nel nostro viaggio attraverso il meraviglioso mondo della birra, Pianeta Birra continua a raccontare con passione ed emozione la storia e i segreti di questa bevanda amata da molti. Questi articoli offrono brevi presentazioni ideali per chi si vuole avvicinare a questo affascinante mondo, consigliando per chi volesse approfondire, di seguire dei corsi specifici con i mastri birrai. In questa seconda puntata, esploreremo le birre lager, soffermandoci sulla loro storia, provenienza e sulle caratteristiche tecniche che le rendono uniche. La storia della Lager La birra lager ha una storia affascinante che risale al XVI secolo in Baviera, Germania. È qui che i mastri birrai svilupparono la tecnica della bassa fermentazione, conservando la birra a temperature fredde durante la fermentazione e la maturazione. Questo metodo innovativo ha permesso di ottenere una birra più pulita e stabile rispetto alle ale ad alta fermentazione. La provenienza e la tecnica di produzione Il termine “lager” deriva dal verbo tedesco “lagern”, che significa “immagazzinare”. Le lager sono prodotte utilizzando lieviti a bassa fermentazione (Saccharomyces pastorianus) e fermentate a temperature comprese tra 7°C e 13°C. Questo processo lento riduce la produzione di composti indesiderati, conferendo alla birra un profilo aromatico pulito e ben definito. Caratteristiche tecniche delle birre Lager Le birre lager sono caratterizzate da alcune specifiche tecniche che le rendono distintive: Colore: Variano dal dorato al biondo brillante e sono limpide e trasparenti. Schiuma: Presentano una schiuma bianca con bollicine che salgono verso la superficie, suggerendo di berle molto fresche. Carbonatazione: Hanno una carbonatazione alta, che le rende effervescenti e rinfrescanti. Aromi: Offrono una gamma di aromi che vanno dal dolce all’amaro, con un profilo di luppolo piuttosto marcato. Elenco delle birre Lager famose All’interno della categoria di birre lager vi sono molteplici sottocategorie di birre diverse. Ecco un elenco abbastanza esaustivo. Birre Lager tedesche …

Le allergie alimentari

Cosa sono le allergie alimentari?

Cosa sono le allergie alimentari? Cosa sono le allergie alimentari? Le allergie alimentari hanno suscitato molto interesse soprattutto negli ultimi anni. Esse sono diffuse maggiormente tra i bambini e sappiamo sempre di più grazie alla ricerca scientifica. Avere un’allergia significa che il nostro sistema immunitario sta rispondendo ad una sostanza percepita come una minaccia (allergene) producendo anticorpi (nel caso del cibo sono le IgE) e scatenando quindi la risposta allergica. Essa è caratterizzata da sintomi quali eruzioni cutanee, prurito al naso, alla bocca e agli occhi, starnuti, tosse, nausea, crampi e diarrea. Per fortuna solo in casi molto rari le reazioni allergiche agli alimenti possono essere fatali. Le reazioni allergiche E’ importante distinguere le allergie dalle intolleranze. Le reazioni allergiche si verificano subito dopo aver mangiato e coinvolgono il sistema immunitario; i sintomi delle intolleranze alimentari, invece, impiegano più tempo a comparire e non coinvolgono il sistema immunitario. Un tipico esempio di intolleranza alimentare è quella al lattosio. I più comuni allergeni alimentari sono le arachidi, il glutine, i crostacei, il latte, il biossido di zolfo (usato nelle patate conservate, nel vino e nella frutta secca), i lupini, i molluschi, le noci, il pesce, il sedano, il sesamo, la senape, la soia e le uova. A causa delle notevoli differenze nei valori soglia tra gli individui, attualmente è molto difficile identificare un valore universalmente valido per stabilire la massima concentrazione di allergene presente in un alimento che, se ingerito, non causi una reazione avversa. Un importante traguardo della ricerca per trovare una soluzione a questo problema è sviluppare la capacità di prevedere la gravità delle reazioni negli individui. Attualmente, non esiste una cura per l’allergia alimentare, se non evitare di ingerire cibo contenente gli allergeni. Per assicurare il corretto livello di informazione, la Commissione Europea ha stabilito che i maggiori …

Linee guide del ministero della salute

Linee guide del ministero della salute

Linee guide del ministero della salute Linee guide del ministero della salute Il benessere psico-fisico inizia a tavola L’alimentazione influenza il nostro stato di salute. Ecco cosa possiamo fare per noi stessi semplicemente scegliendo quello che mangiamo “L’uomo è ciò che mangia” è la frase di un filosofo nato all’inizio del ‘800, Ludwig Feuerbach , ed è ancora valida oggi, almeno dal punto di vista fisico. Perché l’alimentazione è un’attività quotidiana che giorno dopo giorno influenza il nostro stato di salute e non sempre ci rendiamo conto della sua importanza. Proprio per questo il Ministero della Salute, tra le iniziative per promuovere una sana alimentazione, ha stilato una carta dell’Alimentazione 11 e lode. Contiene 11 suggerimenti che riassumono le attenzioni più importanti: la qualità dei cibi: è importante variare, scegliere 4-5 porzioni di frutta e verdura di stagione, limitare l’alcol e controllare l’etichetta prima di acquistare. la quantità: non bisogna esagerare con i dolci, le bevande zuccherate e i condimenti. le modalità: è importante non saltare la prima colazione, cercare di cucinare con fantasia e coinvolgere i bambini per impostare un’educazione alimentare fin da piccoli. Per andare oltre queste utili indicazioni di base, possiamo parlare della necessità di mantenere il benessere del microbiota, ovvero l’insieme di microorganismi (i batteri “buoni”) che popolano il nostro intestino e ci consentono anche di reagire ad attacchi esterni. Per il suo equilibrio è fondamentale non dimenticare mai le fibre nell’alimentazione quotidiana. Si trovano nella maggior parte dei vegetali, nei legumi e nei cereali integrali. Tra gli altri nutrienti essenziali, ricordiamo l’importanza degli acidi grassi quali gli Omega 3, dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Insieme a zinco e selenio – che rinforzano il sistema immunitario – contribuiscono a proteggere il sistema cardiovascolare. Nelle Linee Guida per una sana alimentazione a cura del Centro di ricerca alimenti e …

Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè

Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè

Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè Questo piatto freddo unisce la freschezza della menta piperita e la croccantezza dei peperoni con l’intensità aromatica dell’ aglione , creando una fusione esplosiva di sapori con il tocco finale del caffè . Ogni boccone offre un’armoniosa combinazione di sensazioni, invitando a esplorare inediti percorsi sensoriali. CURIOSITA’ NEL PIATTO PEPERONE, Capsicum annum L.: è il frutto della pianta. Ricco in acqua, vitamine C e A, in potassio e luteina, micronutrienti. E’ idratante, antiossidante, remineralizzante, amico del nostro intestino grazie alla notevole quantità di acqua e fibre. Il modo migliore per gustarlo è a crudo, per preservare le proprietà della vit. C che andrebbero disperse con il calore della cottura AGLIONE della Valdichiana, Allium ampeloprasum L. var. Holmense: una curiosità è data dalla dimensione del suo bulbo, e relativi spicchi, che è molto grande rispetto al normale aglio, tanto da essere chiamato aglio elefante. Ha un gusto più delicato e più digeribile. Consumato crudo manteniamo tutte le caratteristiche nutritive e organolettiche. Ricco in fenoli, da studi risultano quasi il doppio vs l’aglio tradizionale, con conseguente elevato potere antiossidante, flavonoidi, minerali, vitamine e fruttani, questi ultimi con funzione prebiotica utile alla crescita del microbiota intestinale. Alcune altre sue proprietà: chelante, antimicrobico, antibatterico, antinfiammatorio, antispasmodico, febbrifugo, carminativo. MENTA PIPERITA *, Mentha piperita: è un ibrido tra la Mentha acquatica e la Mentha Spicata. E’ pianta aromatica, fitoterapica dalle diverse e importanti proprietà. Possiamo usare le foglie fresche o essiccate in diverse preparazioni, è rinfrescante digestiva antisettica carminativa depurativa analgesica balsamica. L’o.e., ricco in mentolo e mentone, ha proprietà digestive, antibatteriche, antistress, è utile nella nausea, dolori addominali, alitosi e affaticamento fisico e mentale. Grande attenzione a non utilizzare per ingestione l’o.e. puro ma diluirlo sempre …

Tagliolini del Borgo

Tagliolini del Borgo

Tagliolini del Borgo Tagliolini del Borgo Nella mia cucina, ogni piatto è un viaggio culinario che unisce la passione per gli ingredienti freschi con la creatività nel presentare sapori unici. I Tagliolini del Borgo rappresentano l’eccellenza della mia filosofia culinaria, dove ingredienti semplici si trasformano in opere d’arte per il palato. Lasciatevi trasportare dalle onde del mare e dai profumi della terra in un unico piatto. I Tagliolini all’uovo con cannolicchi, asparagi di mare, pomodorini pachino disidratati e polvere di olive incarnano l’armonia perfetta tra ingredienti marini e sapori terrosi. Qui, il sapore delicato dei cannolicchi si fonde elegantemente con la dolcezza intensa dei pomodorini e la nota decisa delle olive nere. Come diceva il grande Gualtiero Marchesi , la cucina è la scienza che diventa arte, e con questo piatto voglio offrirvi non solo un pasto, ma un’esperienza sensoriale completa. Ogni boccone è pensato per stimolare i sensi e per trasmettere emozioni attraverso il gusto. Preparatevi a gustare un capolavoro gastronomico, dove ogni ingrediente è selezionato con cura per garantire un equilibrio perfetto di sapori. Questo primo piatto è molto più di una portata: è l’espressione della mia passione per la cucina e dell’amore per i sapori autentici. Buon appetito! La cucina è un’arte che unisce ingredienti semplici per creare piatti straordinari. I Tagliolini all’uovo con cannolicchi, asparagi di mare, pomodorini pachino disidratati e polvere di olive è una ricetta che celebra la fusione tra mare e terra. Questo piatto offre un’esperienza sensoriale unica, dove il sapore salino dei cannolicchi si sposa perfettamente con la dolcezza dei pomodorini disidratati e il gusto intenso delle olive. Un vero capolavoro per il palato. La cucina è di per sé scienza, sta al cuoco farla diventare arte.” – Gualtiero Marchesi

Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè

Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè

Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè Peperoni e menta piperita in conchiglia, con crema di aglione al caffè Questo piatto freddo unisce la freschezza della menta piperita e la croccantezza dei peperoni con l’intensità aromatica dell’ aglione , creando una fusione esplosiva di sapori con il tocco finale del caffè . Ogni boccone offre un’armoniosa combinazione di sensazioni, invitando a esplorare inediti percorsi sensoriali. CURIOSITA’ NEL PIATTO PEPERONE, Capsicum annum L.: è il frutto della pianta. Ricco in acqua, vitamine C e A, in potassio e luteina, micronutrienti. E’ idratante, antiossidante, remineralizzante, amico del nostro intestino grazie alla notevole quantità di acqua e fibre. Il modo migliore per gustarlo è a crudo, per preservare le proprietà della vit. C che andrebbero disperse con il calore della cottura AGLIONE della Valdichiana, Allium ampeloprasum L. var. Holmense: una curiosità è data dalla dimensione del suo bulbo, e relativi spicchi, che è molto grande rispetto al normale aglio, tanto da essere chiamato aglio elefante. Ha un gusto più delicato e più digeribile. Consumato crudo manteniamo tutte le caratteristiche nutritive e organolettiche. Ricco in fenoli, da studi risultano quasi il doppio vs l’aglio tradizionale, con conseguente elevato potere antiossidante, flavonoidi, minerali, vitamine e fruttani, questi ultimi con funzione prebiotica utile alla crescita del microbiota intestinale. Alcune altre sue proprietà: chelante, antimicrobico, antibatterico, antinfiammatorio, antispasmodico, febbrifugo, carminativo. MENTA PIPERITA *, Mentha piperita: è un ibrido tra la Mentha acquatica e la Mentha Spicata. E’ pianta aromatica, fitoterapica dalle diverse e importanti proprietà. Possiamo usare le foglie fresche o essiccate in diverse preparazioni, è rinfrescante digestiva antisettica carminativa depurativa analgesica balsamica. L’o.e., ricco in mentolo e mentone, ha proprietà digestive, antibatteriche, antistress, è utile nella nausea, dolori addominali, alitosi e affaticamento fisico e mentale. Grande attenzione a non utilizzare per ingestione l’o.e. puro ma diluirlo sempre …

Pasta mista con aglio nero e tutta l'estate dentro

Pasta mista con aglio nero e tutta l’estate dentro

Pasta mista con aglio nero e tutta l’estate dentro Pasta mista con aglio nero e tutta l’estate dentro Immaginate una calda giornata d’estate, il sole splendente che illumina il cielo azzurro, è questo lo scenario che mi ha ispirato nella creazione di questo piatto: Pasta mista con aglio nero e tutta l’estate dentro. Un omaggio ai sapori autentici e ai colori vivaci della stagione estiva, un’esplosione di gusto che porta in tavola la freschezza e la genuinità degli ingredienti di questa stagione. Immaginate di sedervi a tavola, circondati dai vostri cari, mentre il vento leggero porta con sé il profumo dei pomodorini freschi e delle erbe aromatiche. La pasta mista, con la sua consistenza varia e interessante, si abbina perfettamente al sapore dolce e intenso dei pomodorini rossi e gialli, creando un gioco di colori che incanta gli occhi e il palato. Le melanzane e le zucchine, grigliate e insaporite con un tocco di origano e olio extravergine di oliva, aggiungono una nota rustica e deliziosa, mentre i fiori di zucca, con la loro delicatezza, completano il piatto con un tocco di eleganza. I capperi salati e le olive essiccate, insieme all’aglio nero, donano profondità e un sapore unico che esalta ogni ingrediente, creando un’armonia perfetta. Questo piatto è pensato per chi ama la cucina semplice ma ricca di sapori, per chi sa apprezzare la bellezza della natura e la bontà dei suoi frutti, per chi desidera portare in tavola un po’ di estate, anche quando l’estate sembra lontana. Come dice Gusteau in Ratatouille , “Il cibo trova sempre coloro che amano cucinare.” E con questa ricetta, vi invitiamo a scoprire l’amore per la cucina attraverso i sapori e i colori dell’estate. I colori dell’estate Con questa ricetta, ho voluto catturare l’essenza della stagione estiva, utilizzando ingredienti freschi e genuini che rappresentano al …

Linguine burro, alici e pane croccante all'aglio

Linguine burro, alici e pane croccante all’aglio

Linguine burro, alici e pane croccante all’aglio Linguine burro, alici e pane croccante all’aglio Immaginate una sera d’estate, una terrazza affacciata sul mare, il suono delle onde che si infrangono dolcemente sulla riva e il profumo inebriante della brezza marina che riempie l’aria. È questo lo scenario che ha ispirato la creazione di un piatto che racchiude la vera essenza del Mediterraneo: linguine burro, alici e pane croccante all’aglio . Un connubio di sapori che celebra la semplicità e la ricchezza della cucina mediterranea, dove ingredienti di qualità si fondono per dar vita a una sinfonia di gusto indimenticabile. Immaginate di sedervi a tavola, circondati dai vostri cari, mentre il sole tramonta dipingendo il cielo di sfumature dorate e rosate. Le alici del Cantabrico , con il loro sapore intenso e la consistenza morbida, si sposano perfettamente con la cremosità del burro, creando una salsa avvolgente e saporita che abbraccia delicatamente le linguine. Ogni boccone è un viaggio nei sapori autentici della tradizione, un abbraccio caloroso che vi trasporta sulle coste baciate dal sole. Il pane croccante all’aglio aggiunge una nota di croccantezza, un piacevole contrasto che sorprende il palato ad ogni assaggio, mentre la scorza di limone dona una freschezza vivace che illumina il piatto, completandolo in maniera sublime. Questo piatto è pensato per chi ama la cucina semplice ma ricca di carattere, per chi sa apprezzare la bellezza dei piccoli dettagli e per chi desidera portare in tavola un po’ di mare, anche quando il mare sembra lontano. Come diceva George Bernard Shaw, “Non c’è amore più sincero di quello per il cibo.” E con questo piatto, vi invitiamo a condividere un momento di autentico piacere e di amore per la buona tavola. Immaginate una sera d’estate, una terrazza affacciata sul mare, il suono delle onde che si infrangono e il profumo inebriante della brezza marina. È questo …

Vitello alla griglia

Vitello alla griglia con verdure di stagione e salsa alle erbe

Vitello alla griglia con verdure di stagione e salsa alle erbe Vitello alla griglia con verdure di stagione e salsa alle erbe In questo mese di luglio, quando il sole brilla alto e le giornate si allungano, il desiderio di gustare piatti freschi e leggeri diventa irresistibile. È in questo spirito che vi presentiamo questa pietanza che celebra l’eleganza della carne di vitello , arricchita dalle vivaci note delle verdure grigliate più fresche e da una salsa leggera e aromatica alle erbe. La scelta del vitello non è casuale; la sua delicatezza e tenerezza si sposano perfettamente con i sapori estivi, creando un’esperienza culinaria che è al contempo sofisticata e accessibile. Marinate con rosmarino e timo, le bistecche di vitello si trasformano in un tripudio di profumi e sapori che evocano ricordi di pranzi all’aperto e serate tranquille sotto le stelle. Le verdure di stagione , grigliate alla perfezione, non solo aggiungono un tocco di colore al piatto, ma offrono anche una varietà di sapori e consistenze che completano magnificamente la carne. La nostra salsa alle erbe, preparata con prezzemolo, basilico e menta freschi, insieme a un tocco di aglio e limone, aggiunge una nota vivace e fragrante che lega insieme tutti gli elementi del piatto. Ogni boccone diventa un’esperienza, una danza di sapori che celebra l’estate e la generosità della natura. Questo piatto non è solo una delizia per il palato, ma anche un’opzione leggera e salutare, perfetta per i pranzi e le cene estive. È un invito a rallentare, a godere del momento e a condividere un pasto con le persone care, immergendosi nella semplicità e nella bellezza degli ingredienti freschi e genuini. Per questo mese di luglio, abbiamo pensato a un piatto che esalta la delicatezza e il sapore della carne di vitello, arricchita dalle verdure grigliate più fresche e da una salsa …

Ferment'Action di Marie Joveneau

Fermentazione, rivoluzione culturale

Fermentazione, rivoluzione culturale Fermentazione, rivoluzione culturale La fermentazione viene spesso definita in modo incompleto, riducendola ad una tecnica senza prendere in considerazione la sua componente immateriale ovvero la sua dimensione culturale. Spesso, infatti, si scorda che questa stessa tecnica di trasformazione e conservazione degli alimenti ha avuto un ruolo cruciale non solo nell’evoluzione e sopravvivenza della specie umana ma anche nel plasmare e mantenere vivi nel tempo i vari patrimoni culturali del mondo. Qualche mese fa (nell’articolo di gennaio), abbiamo guardato alla fermentazione da un punto di vista rivoluzionario, cioè come una tecnica che, pur essendo ancestrale, permette di intraprendere una multi-rivoluzione: nutrizionale, ambientale, organolettica, … e culturale. Nei prossimi numeri, vi invito a guardare la fermentazione da questo punto di vista… un punto di vista sicuramente meno comune e davvero affascinante. Iniziamo il nostro viaggio rispondendo alla seguente domanda: come la fermentazione ha contribuito alla sopravvivenza e all’evoluzione della specie umana? Per rispondere a questa domanda, mi vorrei soffermare in un momento ben preciso della preistoria perché rende evidente l’importanza che abbia avuto la fermentazione su un evento cruciale e talmente importante per la storia dell’Umanità che è stato scelto come punto di svolta tra un’epoca (Paleolitico) e un’altra (Neolitico) ovvero transizione da cacciatori a allevatori, da raccoglitori a coltivatori. Anche se ci sono molti esempi dell’importanza della fermentazione nella storia dell’Umanità, vorrei partire da qui perché molto probabilmente senza la fermentazione il passaggio da cacciatori/raccoglitori a allevatori/agricoltori non sarebbe mai avvenuto. Infatti, passare dal nomadismo alla sedentarietà ha posto l’uomo di fronte a una serie di nuove esigenze e la fermentazione, come tecnica di trasformazione e conservazione degli alimenti già usata all’epoca, gli ha permesso di adattarsi a questa radicale inversione di tendenza, soddisfacendo vari nuovi bisogni che si presentavano. Tra le nuove necessità legate a questo radicale …