Image
Home Blog Benessere e Salute I germogli, un concentrato di benessere

I germogli, un concentrato di benessere

a cura di Alessia Feola

2 Maggio 2024

I germogli, un concentrato di benessere

I germogli nascono dai semi delle piante e vanno consumati prima che arrivino a completa maturazione. Sono un super-food naturale: al loro interno concentrano vitamine, sali minerali, amminoacidi, acidi grassi ed enzimi delle piante da cui provengono, ma sono presenti in concentrazioni molto più elevate rispetto alla pianta “matura”. Inoltre, la germinazione rende le sostanze nutritive biodisponibili, cioè più facili da digerire per il nostro organismo.

I germogli agiscono come rivitalizzanti su tutto l’organismo nei periodi di stress psicofisico, stimolano le difese immunitarie, contribuiscono ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e a favorire la digestione, hanno un effetto anti-age sulla pelle per il loro contenuto in antiossidanti e vitamine A ed E.

Esistono diverse famiglie di germogli

Abbiamo i germogli da leguminose: questi si consumano cotti e i più diffusi sono quelli di soia, dei fagioli azuki e delle lenticchie.

Ci sono poi i germogli da ortaggi: di bietola rossa, di broccolo, di cipolla, di zucca.

I germogli da cereali provengono dal grano, dall’avena, dal miglio

Ricordiamoci che i germogli devono provenire da semi di origine accertata, meglio se biologica, coltivati seguendo tutte le precauzioni igieniche e conservati senza interrompere la catena del freddo alla giusta temperatura. Li troviamo nei supermercati già pronti, freschi e lavati e nei negozi di alimentazione naturale e biologica. Vanno conservati in frigo e consumati secondo le indicazioni e i tempi diversi per ogni tipologia.

Se si soffre di disturbi gastrointestinali, come il colon irritabile, meglio non consumare i germogli poiché possono creare irritazioni.

Ricordiamoci, anche, che non tutti i germogli sono commestibili! Bisogna evitare i germogli di solanacee, melanzane, peperoni, pomodori. Sono tossici anche quelli delle rosacee (mela, pera, ciliegia e molti altri frutti oltre che fiori come la rosa e il biancospino) in quanto contengono quantità diverse di cianuro.

In cucina i germogli vengono scottati o passati in padella, nelle zuppe di legumi e nei minestroni, nelle frittate, per rendere più buoni e stuzzicanti sformati di verdure, nei frullati, freschi semplicemente in insalata oppure per rendere più saporito e originale l’impasto di dolci e pane, nei ripieni della pasta fresca e per condire in modo “veg” pasta e riso.











Ciociaria & Cucina Excellence nasce dall’idea di entrare nel mondo eno-gastronomico, di quella tipica realtà ciociara che si contraddistingue, non solo per una cucina fortemente legata al territorio e alla bellezza delle sue terre, ma per tutta quella eccellenza agricola e produttiva di cui tutta l'Italia ne è fiera.
Per questo motivo accompagneremo il lettore alla riscoperta di antichi sapori, sollecitando anche la sua voglia di conoscenza verso cammini storici-culturali, ambientali-escursionistici e enogastronomici. Metteremo in risalto ogni angolo che racchiude la storia di questa antica terra.

Altri articoli della categoria Benessere e Salute

Cibo di stagione - Maggio

Il cibo di stagione a maggio

a cura di La Redazione

Il cibo di stagione a maggio Benvenuto maggio: un mese di abbraccio tra natura e tavola Maggio ci accoglie con ...
Come tenere lontani api, vespe e calabroni

Come tenere lontani api, vespe e calabroni

a cura di La Redazione

Come tenere lontani api, vespe e calabroni Rimedi naturali ed ecosostenibili Con l’arrivo della bella stagione, l’aumento delle temperature porta ...
Ortaggi di aprile - carciofi

Cibo di stagione – Aprile

a cura di La Redazione

Cibo di stagione – Aprile Delizie di primavera: scopri i cibi di stagione di Aprile La primavera è un momento ...