Ricerca Avanzata
Ricerca Avanzata
Altre opzioni di ricerca
abbiamo trovato 0 risultati
I tuoi risultati di ricerca

Riserva Naturale Zompo lo Schioppo

|

Dettagli del percorso

Natura in cammino – Alla scoperta dei tesori naturalistici del Lazio e dintorni

a cura di Giovanni Castellucci – Guida Ambientale Escursionistica

Info e contatti: 346 515 2259

 

Puntata n. 6 –  Riserva Naturale Zompo lo Schioppo

Incastonata sul confine laziale-abruzzese, tra i limiti territoriali dei Monti Simbruini, Cantari ed Ernici, sulla destra orografica della Valle di Roveto, si estende la Riserva Naturale Zompo lo Schioppo, area protetta della Regione Abruzzo di 1025 ettari, ricadente nel Comune di Morino (AQ). Il cuore pulsante che rende vivo il paesaggio della Riserva è l’acqua, in particolare la cascata naturale di Zompo lo Schioppo, che con i suoi 80 m di altezza, rappresenta l’emergenza sorgentizia più alta dell’Appenino.

La sorgente carsica che genera la cascata ha carattere intermittente, si esaurisce nei mesi più caldi e nei mesi primaverili, con lo sciogliersi delle nevi, torna a risuonare con il suo fragore, con il suo “schioppo” sulle rocce sottostanti.

Diversi sentieri si snodano all’interno e all’esterno della fascia di protezione della Riserva, dai percorsi tematici più semplici, a quelli escursionistici di vario grado.

L’itinerario che intendo proporvi è il percorso tematico C, o anche “Anello della cascata”, che dal piazzale Lo Schioppo costeggia l’area faunistica del capriolo per giungere al Rifugio dello Schioppo, in cui si può sostare per una piacevole pausa o un breve ristoro.

La prima parte del percorso risale un bosco umido attraversato da rivoli d’acqua, con essenze arboree diversificate (carpino nero, orniello, acero campestre, cerro, ecc.), mentre dal rifugio in poi si scende lungo un tracciato in cui fa da padrone il Faggio, che con i suoi spettacolari alti fusti copre la volta del cielo e regala una piacevole frescura.

Scendendo lungo il sentiero, si arriva sotto la parete rocciosa dove in primavera sgorga la spettacolare cascata, mentre durante tutto l’anno il suono dell’acqua è una costante che echeggia nelle orecchie, grazie al vivo torrente Romito che con il suo corso tortuoso, tra salti di roccia, cascatelle, scivoli, arriva sul fondo valle, in cui giungiamo per concludere il percorso.

 

Difficoltà: T (Turistico)

Dislivello: 60 m circa

Durata: 1 h circa

Lunghezza: 2 km circa

Periodo consigliato: Da inizio primavera a fine autunno.

Raccomandazioni: Il percorso è mediamente semplice ed alla portata di tutti. Si raccomanda di rimanere sempre sul sentiero ufficiale, ben segnalato ed attrezzato con pannelli tematici. Consigliate scarpe da escursionismo ed un vestiario idoneo a strati.

Contattaci per maggiori informazioni

    Contattaci attraverso il seguente modulo; il nostro Staff avrà cura di risponderti nel più breve tempo possibile!

    [ Tutti i campi sono obbligatori ]

    Il tuo nome e cognome

    Il tuo numero di telefono

    La tua email

    La tua richiesta

    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi e per gli effetti del Reg.to UE 2016/679 nel rispetto delle disposizioni di legge e come specificato nella pagina Privacy. Titolare del trattamento dei dati è Ciociaria & Cucina.

    Recensioni degli agenti

    Deviaccesso per pubblicare una recensione

    Confronta gli elenchi