Ricerca Avanzata
Ricerca Avanzata
Altre opzioni di ricerca
abbiamo trovato 0 risultati
I tuoi risultati di ricerca

Falvaterra

|

Dettagli del percorso

Falvaterra è un comune di 551 abitanti in provincia di Frosinone. Il paese è arroccato su uno sperone roccioso che domina la sottostante vallata dove confluiscono i fiumi Liri e il fiume Sacco.Nel suo territorio sono stati trovati resti di Mura Poligonali, risalenti al periodo preromano, nell’area del Monte Castellone, in un ambiente incontaminato, dominato da una natura selvaggia, con esempi di flora e fauna legati alla macchia mediterranea e panorami sull’intera Valle dei Latini, all’interno del Monumento Naturale Regionale delle “Grotte di Falvaterra e Rio Obaco”. Il paese fa parte della Comunità Montana XVI Monti Ausoni di Pico.

Due sono i monumenti artistici di maggiore rilievo nel Comune; citiamo dunque la Chiesa di Santa Maria Maggiore, in stile neoclassico e il Santuario di San Sosio, con annesso convento, costruito nell’antico romitorio nella seconda metà del’700. La Chiesa di Santa Maria Maggiore è uno degli edifici intorno al quale nel corso dei secoli si è sviluppato questo piccolo centro della Ciociaria. La chiesa, di origine medioevale, è documentata già nel ‘300. Tra le Aree Naturali, oltre alle già citate Grotte, vi è anche la Riserva Naturale “Antiche Città di Fregellae e Fabrateria Nova e del Lago di San Giovanni Incarico”.

La cucina tipica di questo territorio si basa essenzialmente sulle carni provenienti degli allevamenti e dai pascoli della zona. Degni di nota sono anche i prodotti caseari, con una produzione variegata di pecorini, ricotte di capra e di pecora, altro fiore all’occhiello del territorio sono i salumi con le tipiche salsicce. Non mancano degli ottimi vini locali ed una buona produzione di olio extra vergine. Le sagre, che si svolgono prevalentemente nel mese di agosto e di inizio settembre, in concomitanza con la Festa del Patrono San Sosio, non fanno che celebrare la genuinità ed i sapori di questi piatti sapientemente preparati da mani esperte del nostro piccolo paese. Si annoverano, tra i prodotti tipici, piatti a base di carne di agnello, trippa, insaccati, lumache e da non dimenticare le ottime zuppe a base di verdure e fagioli.

Le Grotte di Falvaterra

Scoperte nel luglio del 1964 dal primo speleosubacqueo italiano Lamberto Ferri Ricchi, sono un complesso speleologico, in gran parte attivo, cioè ricco di acque sotterranee di scorrimento, tra i più estesi dell’Italia centrale e con un bacino di alimentazione superiore ai 40 chilometri quadrati.

Sono state valorizzate ed aperte al pubblico soltanto negli ultimi anni dopo importanti lavori condotti dal comune di Falvaterra e dalla XVI Comunità montana dei Monti Ausoni.

Tra gli ultimi interventi si sottolinea che le Grotte di Falvaterra sono in procinto di essere collegate, anche internamente, con la rete internet, per cui sarà possibile, attraverso accesso totalmente libero, connettersi alla rete e alle spiegazioni anche nella zona ipogea, in cui, inoltre, saranno installate una serie di telecamere.

Le visite delle Grotte e dei percorsi didattici sono aperte tutto l’anno, nei weekend nel periodo autunnale ed invernale, in qualsiasi giorno, previa prenotazione.

Le Grotte di Falvaterra hanno avuto un flusso di 10.000 persone nel solo 2016, con la triplicazione delle presenze grazie ad un’ottima campagna di recensioni positive sul web tramite TripAdvisor.

La Grotta è al primo posto in provincia di Frosinone, su 216 siti, ed al 55° posto nella Regione Lazio su 2.200 siti, comprese le piattaforme Social Google+ e Facebook, con una ottima frequentazione anche del sito ufficiale www.grottedifalvaterra.it.

Il paese e la Grotta offrono una serie di appuntamenti durante l’anno:

  • Le piazzette, manifestazione enogastronomica per i vicoli del centro storico (aprile – maggio)
  • Convegno sull’ambiente (primavera – estate)
  • Diversamente speleo (18 giugno) visita per disabili internamente alle Grotte di Falvaterra
  • Coast to coast Grotte di Falvaterra – Pastena (primo sabato di luglio)
  • Sagre delle Pappardelle al chinghiale, Fettuccine, Gnocchi, Bacco, La Sangria (sabato o domeniche di agosto)
  • Falvaterra Underground (primo sabato dopo ferragosto) visite parti non turistiche delle grotte

Dove mangiare:

  • La Taverna del Sagittario – Piazzale Umberto I – 0775 90310
  • Le Quercie – SS per Pasterna, 1 – 0775 90024

Notti di Bacco

Queste sono le notti di Bacco, tutti gli anni, il 14 agosto in Piazza Umberto I a Falvaterra.

Contattaci per maggiori informazioni

    Contattaci attraverso il seguente modulo; il nostro Staff avrà cura di risponderti nel più breve tempo possibile!

    [ Tutti i campi sono obbligatori ]

    Il tuo nome e cognome

    Il tuo numero di telefono

    La tua email

    La tua richiesta

    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi e per gli effetti del Reg.to UE 2016/679 nel rispetto delle disposizioni di legge e come specificato nella pagina Privacy. Titolare del trattamento dei dati è Ciociaria & Cucina.

    Recensioni degli agenti

    Deviaccesso per pubblicare una recensione

    Confronta gli elenchi