Ricerca Avanzata
abbiamo trovato 0 risultati
I tuoi risultati di ricerca

Ciammellitti de Pasqua – Dolce Ciociaro di Pasqua

Pubblicato da Scenaryo sopra 15 Novembre 2019
| 0

La Pasqua nella pasticceria del Bar Lazio, ha anche il sapore di storie e tradizioni popolari e antiche ricette. Racconti che il pasticcere Franco Terenzi, fa sposare con ingredienti semplici e genuini, per portare al palato un sapore che parla delle sue radici.

Come la Ciambella Serronese, il salato tipico del paese da cui prende il nome (Serrone). Un prodotto che si lascia gustare con diversi abbinamenti. Come il Salame Corallina, il cui accoppiamento è tramandato dalla tradizione popolare della Domenica di Pasqua.

Un sapore quello della Ciambella Serronese, che sposa bene anche il cioccolato, la marmellata e la golosa Gelatina di Cesanese. Ingredienti a km zero, poveri e umili nella loro reperibilità. Soprattutto un prodotto dalla storia curiosa.

La sua Storia:

Raccontano gli anziani del paese, che nei tempi passati, la “ciammella” veniva recata in dono dall’uomo quando questi andava a “pete” (dal latino “chiedere”) in moglie la propria fidanzata. In quanto la ciambella rappresentava un simbolo di agiatezza della famiglia di provenienza dello sposo. Talvolta, durante il tragitto per arrivare nei campi, la “ciammella” (infilata a mo di bracciale) veniva mordicchiata camminando.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 0
  • 100 gr zucchero
  • 50 gr olio
  • 200 gr uova
  • Limone grattugiato
  • Vanillina

Preparazione

Impastare tutti gli ingredienti fino a farli amalgamare in un unico impasto.

Far riposare l’impasto al coperto per 15 minuti.

Nel frattempo mettere a bollire una pila d’acqua.

Tagliare la pasta a tocchetti da 30-40 gr l’uno oppure a piacimento. Allungarli e incrociarli a forma di “e” o nodino.

Immergerli in acqua bollente e lasciarli in cottura finché non affiorano sulla superficie.

Quando iniziano ad emergere sulla superficie, lasciarli ancora per altri 5 minuti. Scolarli e metterli in una teglia da forno, in forno caldo.

Cuocere per 20 minuti a 180°.

Confronta gli elenchi